1°Seminario del 26/03/2011 “Quale futuro per la Società che rinnega le proprie radici?”

 Intervento del Dr. PAOLO DEOTTO :
“Il Prof. Vassallo apprezzo l’ampiezza e la chiarezza del suo intervento.
Tutto già cominciato in cui noi,  già vediamo alcuni seguaci,  li stiamo vivendo con IRRAZIONALITA’. Sul tema della Morte (vedi Giovanni Paolo XXIII), aspirazione di cancellare l’Essere Umano. Visione di un uomo che si arrampicherà con un’esplosivo,  per la fine della terra.
Libertà conquistata (Cattolica) è di norma per tutti allora non mi piace più. Il 31/05/2009 negli Stati Uniti un certo Sig. SCOTT Reuder di anni 50 uccide un medico (Dr.Tiller) che si vantava di aver fatto migliaia di aborti. Episodio molto importante e significativo morale laica,  giusto con il legittimo,  è un amorale che ha buttato via Dio.
Costituito una morale che trasforma dopo l’Editto di Monaco prendere le difese degli ebrei con prezzo di liquidazione, il GIUSTO ed il LEGITTIMO si confondono.”Ha fatto bene a sparare a quel Medico?” No perché non abbiamo il diritto di ammazzare nessuno. Il DIRITTO NATURALE E’ QUELLO DI VIVERE. Il potere costituito non lo fa,   egli può farlo in termini di legge. Il piatto del medico abortista pesa di più,  ne scaturisce MORTE e MALE. Non si legittima più l’autorità,  norma che Dio ha stampato su noi stessi,  noi abbiamo esempi molto evidenti nella nostra Società.
Messaggi 68  –  Libertà con il capriccio,  la morale cattolica riflesso condizionato da eventi,  (in materia sessuale ad esempio) vivere la propria vita e realizzarsi nel nostro cammino terreno. Riferimento morale (vedi i precetti), la Chiesa ha la funzione educatrice importante. Piero Ottone (1964) momento laico liberale  era inviato speciale per più testate giornalistiche,  dove vediamo IL DIVORZIO evento dannosissimo perché sottolineava il fatto che  per costituire la Famiglia c’era una cosa chiara, ESSA è il  vincolo indissolubile della Società.
L’indissolubilità mantiene in vita la Famiglia, apre  però le porte alla disgregazione di Essa. Norberto Bobbio diceva “La morale razionale è l’unica che abbiamo,  ma irragionevole, se manca il chiodo per appendere l’etica deve arrivare da uno fuori di noi, cioè Dio. Il credente vede in maniera razionale e ha l’onestà intellettuale che la morale laica è irrazionale.
Vedi il male che c’è in noi o che viene da altri (ad es. abolire la vita),  “Cosa abbiamo costituito? (vedi Bonino o Pannella), (vedi ABORTO ed EUTANASIA),  tra accanimento terapeutico e dare una verniciata di umanità al malato grave,   o vecchio,  non facciamolo soffrire,  morale laica,  vedi il RELATIVISMO assenza della sacralità della vita.  Dal momento in cui non possiamo disporre, apriamo le porte a tutto,  si ha una società schizzata (vedi moratoria ONU per la pena di morte), “ Perché allora ci si scandalizza dell’aborto e dell’eutanasia?” Se la Famiglia è il luogo fecondo tra uomo e donna,  è assurdo l’adozione di un Bambino da parte di omosessuali.
                                                                   –  1  –
Ad esempio una persona colpita da ICTUS,  noi troviamo tante persone civilissime che dicono “ Poveretto vederlo così combinato….”,  oppure una donna violentata,  Ella  subisce due Schok,  il primo all’atto della violenza del maniaco,  il secondo quando dovrà affrontare la gravidanza non voluta.  Si può parlare anche di altre condizioni di varia natura,  vedi l’irrazionalità del crocifisso non voluto nelle scuole italiane,  in questo degrado sociale la colpa è purtroppo nostra dei CATTOLICI (riferimento quando ci fu l’aborto c’era come primo ministro il democristiano  Mariano Rumor e un governo monocolore).
La D.ssa Grazziottin trova diversi casi che l’aborto si può consentire anche in determinati modi per poterlo fare.
Noi dobbiamo essere i primi a risvegliarci la legge IL CANONE 82 nella Chiesa Cattolica non possiamo delegare al Papa o ai Vescovi quello che succede nel nostro Paese,  (vedi quello che è successo nella Clinica Mangiagalli) il guaio maggiore che abbiamo dimenticato Gesù Cristo,  in caso contrario succederanno cose che innescheranno la nostra implosione (vedi sito storia libera) della vita quotidiana.